foto6.jpg

IL COACH

L’avversario che esiste nella nostra mente

è molto più forte di quello che esiste nella realtà”.

 

Timothy Gallwey

IL COACH

Il coach è un appassionato di cambiamento. Il coach è un professionista che con il metodo del coaching lavora con la persona nel suo progetto di evoluzione e sviluppo,

lo aiuta a superare limiti e punti di debolezza, migliora la qualità dei suoi interventi

e favorisce la realizzazione degli obiettivi desiderati.

Il suo intervento ha un unico scopo: promuovere la crescita e lo sviluppo del cliente, rispettando il suo pensiero, la sua unicità, il suo contesto.

In una parola, la sua realizzazione.

Il coach non ha soluzioni da portare – non è un consulente – non insegna e non trasmette conoscenza – non è un formatore – non fa terapia – non è uno psicologo - non propone

un proprio modello, perché lavora con le informazioni che gli fornisce il coachee.

Egli interviene perché il cliente diventi più consapevole delle sue risorse

e delle sue potenzialità, perché trovi in autonomia le soluzioni che si sente capace

di mettere in campo e le traduca con efficacia nella pratica quotidiana.

 

Non c’è nulla di immutabile,

tranne l’esigenza di cambiare”.

 

Eraclito

 

 

I VALORI E GLI STRUMENTI

Il coaching si fonda su una relazione di fiducia tra il coach ed il cliente.

I valori che contraddistinguono il lavoro di un coach sono riservatezza, impegno

e responsabilità. Gli strumenti a sua disposizione sono l’ascolto, le domande potenti,

il non giudizio, la neutralità nell’approccio. In un percorso, il coach offre feedback,

mette a disposizione intuizioni ed osservazioni utili alla comprensione e all’apprendimento del coachee (il cliente). Quello che si crea è un sistema di reciprocità che favorisce

le condizioni perché la persona possa ripensarsi e realizzare nuovi percorsi.

 

UNA SESSIONE DI COACHING IN PRATICA

Un percorso di coaching si sviluppa attraverso alcune sessioni della durata di massimo

2 ore, in un ambiente riservato. Il coach - attraverso domande aperte e feedback - aiuta

il cliente a capire la situazione, ad individuare le potenzialità inespresse, ad esaminare

le convinzioni auto-limitanti, ad identificare le risorse professionali e personali

da utilizzare per farla evolvere.

E’ il cliente a definire gli obiettivi da realizzare. Partendo da questi, con l’aiuto del coach, egli individua e sviluppa piani di azione specifici e concreti che verranno messi in campo

e verificati nella sessione successiva. Il processo di apprendimento è continuo e creativo: l’obiettivo è capire cosa è stato realizzato, appreso, cosa si è dimostrato utile

nel raggiungimento dell’obiettivo, cosa va invece rivisto e ri-progettato.